I miei ultimi articoli
Stacks Image 2197

Stacks Image 2326
Presto in libreria il mio nuovo libro! LE ISOLE DEI SOGNI IMPOSSIBILI edito da Il Frangente.

L’isola è il luogo in cui tutto è possibile e il mare una muraglia dalle porte sempre spalancate. Nelle isole puoi sognare di diventare pirata o imperatore, realizzare straordinarie società utopistiche, costruire ideali ecosistemi per la salvaguardia del pianeta e persino eleggere un governo che non impone di pagare le tasse. E se l’isola non c’è, qualcuno se l’è costruita da solo, come l’ingegner Giorgio Rosa, che negli anni ’60 al largo di Rimini ha innalzato l’isola delle Rose; o Leicester Hemingway, che sognava di dare una libera patria ai pescatori giamaicani con la Repubblica di Nuova Atlantide.
Tante sono le storie che si intrecciano in questo libro. Storie di regni fondati sui diritti di minoranze discriminate, o di minuscole isole che hanno dichiarato guerra agli stati nazionali confinanti. Storie di uomini che, dai mari del Sud al Mediterraneo, dai Caraibi ai mari artici, hanno seguito sogni impossibili come la ricerca dell’immortalità, o il tentativo di instaurare una monarchia assoluta riservata ai poeti e agli scrittori, o persino la costruzione di server sicuri per gli hacker di tutto il mondo.
Per i poeti, per i folli, per i sognatori, ogni isola è l’Isola non trovata, l’Isola che non c’è. E proprio per questo continuano a cercarla sino al naufragio.

Stacks Image 2319

Stacks Image 2306
Stacks Image 2304

Stacks Image 2337
La terra dei mille recinti
Il racconto della resistenza mapuche in Patagonia per Silver Rights
Stacks Image 2339
Il Reiki. Come definirlo?
Il mio ultimo articolo per il Cicap sul "mystero" del Reiki
Stacks Image 2329

Stacks Image 2233
Stacks Image 2236

Stacks Image 2240
Stacks Image 2243

Stacks Image 2249
Stacks Image 2252
Stacks Image 2255

Stacks Image 2261
Stacks Image 2264
Stacks Image 2267
Stacks Image 2194
Stacks Image 1643
Dossier Libia
Abusi e violazioni sull'altra sponda del Mediterraneo

Quello che accade in Libia non può lasciarci indifferenti. Le torture, le vessazioni, gli omicidi che vengono commessi in quel Paese riguardano ciascuno di noi perché l'Europa e l'Italia sono colpevoli di aver appaltato alle mafie e alla criminalità le migrazioni, trasformando i profughi in merce di un business violento e omicida. Dossier Libia, l'ultimo sito cui sto lavorando, vuole denunciar tutto questo, raccogliendo materiale, reportage e testimonianze. Perché ogni silenzio è complice. Su questa pagina raccolgo i miei contributi.
Stacks Image 1927
Stacks Image 1488

L’ultimo contributo al mio mio blog
Voci dal Sud sul sito Melting Pot

In Gabon, centinaia di bambine e bambini sono torturati
e uccisi per ricavare dai loro organi feticci rituali

Stacks Image 1932
«Le vittime sono soprattutto bambine alle quali sono state amputate le labbra, la lingua e gli organi genitali - ha denunciato all’agenzia Reuters Jean-Elvis Ebang Ondo, presidente dell’Association de Lutte Contre les Crimes Rituels del Gabon -. Ma, abbandonati nella spiagge, si trovano frequentemente anche resti di corpi di donne, uomini e di ragazzi. Nessuno dice nulla, nessuno denuncia per paura di rappresaglie. I tribunali non svolgono indagini. I politici o sono conniventi o sono mandanti». Continua
Stacks Image 302

Stacks Image 1336
La mia intervista su Margini In/Versi
Stacks Image 1915
C’è lo spazio per la giustizia e c’è quello per la politica. Nel nostro Paese, spesso tendiamo a confondere i due ambiti di intervento. La magistratura ha i suoi tempi. Io sono di Venezia e mi sono occupato del caso Mose. Ci sono voluti vent’anni e più, perché i magistrati scoperchiassero quella pentole di malaffare, tangenti e devastazioni che gli ambientalisti denunciavano sin dall’inizio! Ma ancora oggi il Mose va avanti, pur se oramai è chiaro a tutti che è solo una macchina mangiasoldi inutile, anzi devastante… Continua
Stacks Image 1912
Stacks Image 818
L’inchiesta Cemento Arricchito alla quale sto lavorando ha ottenuto, grazie alla collega Chiara Spadaro che l’ha ideata, il premio Massimiliano Goattin 2014 promosso dall’Ordine dei Giornalisti del Veneto. L’inchiesta che concluderà fine anno, si propone di tracciare una mappa del malaffare mafioso del NordEst legato alle Grandi Opere, tra corruzione, devastazioni ambientali e resistenze. Cliccando sul logo, potete vedere tutti gli articoli sino ad oggi pubblicati. Qui sotto, l’ebook finale.
Stacks Image 987
Stacks Image 860
Reportage
Wirikuta, il deserto dove l’uomo bianco ruba il sole

Stacks Image 540
Il sole è nato a Wirikuta. Tanto tempo fa, quando quasi la totalità della terra era coperta dalle acque ed i nostri antenati vivevano in una canoa, il sole bambino si levò dalla collina sacra chiamata Cerro Quemado. Camminò per tutto il giorno e, già grande, si fermò sopra le nostre teste…
Continua
I miei tre incontri col subcomandante zapatista Marcos

Stacks Image 453
Venezia - La prima volta che l’ho incontrato ero al caracol de La Garrucha. Ciondolavo in santa tranquillità nella mia amaca, sotto la tettoia che gli zapatisti avevano riservato a noi “internazionali”. Oh... mica una amaca qualsiasi! Era una di quelle intessute dai “presos politicos”…
Continua

Stacks Image 530

Stacks Image 783
Stacks Image 514
Rebelión contra los cruceros en Venecia Venecia, Italia. Los esperaban en lanchas, en pequeños barcos de velas o en las típicas barcas de remos de los canales. En cambio, los activistas del Comité Contra los Grandes Barcos se presentaron en traje de baño, todos en el agua... Continua
Stacks Image 834
Stacks Image 554
Medjugorje tra miracoli e burroni Sono un miracolato e lo posso dimostrare scientificamente! Certificati oculistici alla mano, sin dalla nascita ho sofferto di astigmatismo e presbiopia. Senza due lenti spesse come i proverbiali fondi di bottiglia non riuscivo neppure ad indovinare…
Continua
Stacks Image 2271
Stacks Image 2269
#Coronavirus and Climate Change. Or, in simpler words, #Capitalism The widespread spread of the Coronavirus, which started in one city in China and spread rapidly throughout the planet, had at least the merit of making everyone understand what climate … Continua

Stacks Image 492
Stacks Image 498
La Europa de abajo busca reescribir los derechos de los migrantes Italia. Nadie ha olvidado aquel 3 de octubre de 2013. A pocas millas de la playa de Lampedusa, Italia, se ahogaron 368 personas. Hombres, mujeres y niños que huyeron de guerras, hambre y violencias.
Continua

Stacks Image 494
Stacks Image 538
Inutile, devastante, costosissimo: ecco il Mose. La prova generale per il sistema di tangenti legato alle Grandi Opere Tutto cominciò con la grande alluvione del ’66. In una sola giornata, la Venezia dei Dogi, la Serenissima Repubblica, la Dominante dei mari…
Continua

Stacks Image 822
Stacks Image 502
Una Carta dal valore sconfinato La Carta di Lampedusa è scritta e averlo fatto sull’isola non ha solo un valore simbolico. L’atmosfera di questo piccolo scoglio al centro del Mediterraneo ha invaso anche la sala dell’aeroporto, dove centinaia di attivisti si sono riuniti domenica
Continua

Stacks Image 300
Terra e libertà. Los Panchos di Città del Messico

Stacks Image 727
Dallo Zocalo, la grande piazza dove si affaccia il palazzo del Governo e dove sventola la bandiera nazionale più grande del mondo, dovete mettere in conto almeno un'ora di metropolitana, con gli immancabili venditori di caramelle e suonatori di chitarra che salgono e scendono ad ogni fermata. Arrivati alla "delegazione" di Acapatzingo, cercare la piazzetta dei “collettivi”, un miscuglio tutto sudamericano tra bus e taxi, che effettuano un percorso più o meno stabilito…
Continua
¿Dónde están todos?

Stacks Image 430
Il 26 settembre 2014 a Iguala, nello Stato del Guerrero, Messico, 43 studenti della scuola rurale di Ayotzinapa vengono sequestrati da uomini incappucciati. Secondo il Governo, sono stati fermati dalla polizia municipale e poi consegnati ai narcotrafficanti che li hanno massacrati. Ma i corpi non si trovano ancora e la versione ufficiale contrasta con la realtà dei fatti. Padri e madri dei ragazzi desaparecidos domandano giustizia e chiedono: "Dove sono tutti?"
Continua

Stacks Image 1852
Stacks Image 364
Stacks Image 466
Stacks Image 445
Stacks Image 449
Stacks Image 458
Stacks Image 287
Stacks Image 462
Stacks Image 460
Stacks Image 468
Stacks Image 447

Stacks Image 2143
Dall'Italia al Tajikistan lungo la via della Seta. Si può andare dappertutto anche senza devastare valli con la Tav!
Stacks Image 2141




Cerca nel sito

Stacks Image 1891
Stacks Image 2100

Stacks Image 2102

Stacks Image 2273

Stacks Image 2275

Stacks Image 2279
Ecco alcuni siti o giornali
che pubblicano i miei articoli
Stacks Image 1936
Stacks Image 1939
Stacks Image 1942
Stacks Image 1945
Stacks Image 1948
Stacks Image 1951
Stacks Image 1954
Stacks Image 1957
Stacks Image 1960
Stacks Image 1963
Stacks Image 2310
Stacks Image 1966
Stacks Image 1969
Stacks Image 1972
Stacks Image 1975
Stacks Image 1978
Stacks Image 1981
Stacks Image 1984
Stacks Image 2316
Stacks Image 1987
Stacks Image 1990
Stacks Image 1993
Stacks Image 1996
Stacks Image 2313
Stacks Image 1999
Stacks Image 2002
Stacks Image 2005
Stacks Image 2008
Stacks Image 2011
Stacks Image 2014
Stacks Image 2017
Stacks Image 2020
Stacks Image 2023
Stacks Image 2026
Stacks Image 2029
Stacks Image 2032
Stacks Image 2035
Stacks Image 2038
Stacks Image 2041
Stacks Image 2044
Stacks Image 2047
Stacks Image 2050
Stacks Image 2053
Stacks Image 2056
Stacks Image 2059
Stacks Image 2062
Stacks Image 2065
Stacks Image 2068
Stacks Image 2071
Stacks Image 2074
Stacks Image 2077
Stacks Image 2289
Stacks Image 2292
Stacks Image 2080
Stacks Image 2083
Stacks Image 2086
Stacks Image 2089
Stacks Image 2092
Stacks Image 2095
Stacks Image 2177
Stacks Image 2174
Stacks Image 2296
Stacks Image 2299
Stacks Image 2301